Categoria: Dialoghi

Sull’applicazione dell’art. 28 dello Statuto dei Lavoratori ai riders. Osservazioni sulla recente decisione del Tribunale di Bologna.

Il contributo esamina la recente decisione del Tribunale di Bologna che, accogliendo il ricorso delle organizzazioni sindacali e dichiarando l’antisindacalità della condotta di Deliveroo Italy srl, ha esteso l’ambito di applicazione dell’art. 28 dello Statuto dei Lavoratori anche ai rapporti di lavoro caratterizzati dall’etero-organizzazione.

L’algoritmo di Glovo alla prova del Garante Privacy. Nuove sinergie, vecchi arnesi e qualche sorpresa

Il testo analizza l’ordinanza emessa dal Garante Privacy nei confronti di Foodinho, concentrandosi sui passaggi che valorizzano la disciplina sui controlli a distanza e sanciscono l’applicazione delle norme sulla protezione dei dati personali indipendentemente dalla natura del rapporto di lavoro.
This note examines the order issued against Foodinho by the Italian Data Protection Authority, focusing on two main aspects, namely the regulation of remote employee monitoring and the application of data protection rights regardless of nature of the working relationship.

Qual è l’identità del giudice del lavoro oggi? La visione pan-europeista

Labour Law Community pubblica l’intervista alla Consigliera di Cassazione Valeria Piccone, ultima tappa del viaggio alla scoperta dell’identità del giudice del lavoro contemporaneo.

La subordinazione “adattata” dei riders nell’ accordo Takeaway.com Express – OO.SS.: le relazioni industriali alla conquista della gig economy

Il post descrive la nascita e i contenuti del primo e unico contratto collettivo di secondo livello della gig economy italiana, quello della piattaforma Just Eat, che porterà all’assunzione, come lavoratori subordinati, di oltre 4000 riders.
The post deals with rise and contents of the first and only second-level collective agreement in the Italian gig economy scenario, that is the Just eat platform’s agreement, which allows the hiring, as subordinate workers, of over 4000 riders.

Qual è l’identità del giudice del lavoro oggi?

Pubblichiamo la seconda delle interviste sul ruolo istituzionale del giudice del lavoro contemporaneo in cui il consigliere della Sezione lavoro della Cassazione Fabrizio Amendola riflette sul tema rispondendo alle nostre sollecitazioni.

L’effettività delle clausole di responsabilità sociale attraverso la tutela della reputazione del sindacato

Il breve commento attiene al problema dell’efficacia degli accordi transnazionali in materia di clausole sociali volti a tutelare i lavoratori nelle catene produttive. Il nucleo del contributo è offrire alla discussione una prospettiva nuova e basata sulla tutela della personalità morale del sindacato che è parte del accordo sulle clausole sociali.
The comment discusses issues relating to transnational labour agreements meant at improving working conditions in global chains. The contribution focuses on the legal efficacy of such agreements and offers a new perspective based on the reputational protectional for trade unions.

Lo smart working pandemico e quello che verrà: alcuni dati e alcune tendenze

Mentre lo smart working semplificato sta per essere ulteriormente prorogato, le aziende sperimentano modelli ibridi di lavoro agile che tengano conto, anche al termine del periodo emergenziale, delle esigenze di flessibilità dei modelli organizzativi e di quelle relazionali dei lavoratori.

L’aggiornamento del 6 aprile 2021 del Protocollo contro il rischio di infezione SARS-CoV-2: il nuovo metodo condiviso dalle Parti sociali per fare sicurezza sul lavoro

Il 6 aprile 2021 le Parti sociali hanno sottoscritto il nuovo accordo che contiene le misure per contrastare e contenere la diffusione di SARS-CoV-2 negli ambienti di lavoro, al fine di aggiornare le misure di prevenzione e protezione e stabilire delle linee guida entro le quali le singole realtà aziendali possano declinare misure specifiche.

Qual è l’identità del giudice del lavoro oggi? La visione pan-costituzionalista

Labour Law Community pubblica l’intervista a Marcello Basilico, Presidente della sezione lavoro del Tribunale di Genova, che ha risposto ad alcune sollecitazioni volte a riflettere su quale sia il ruolo istituzionale del giudice del lavoro contemporaneo.